mercoledì 26 luglio 2017

Recensione: Ogni battito del cuore - Ginger Scott



Titolo: Ogni battito del cuore
Autore: Ginger Scott
Genere: Young Adult
Editore: Newton Compton
Pagine: 288
Prezzo: 2,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 20 Luglio 2017

Falling Series:
1. Ogni battito del cuore
2. You and everything after
3. The girl I was before
4. In your dreams


Prima ho dovuto ricordare come si respira. Poi ho dovuto imparare a sopravvivere. Sono passati due anni, tre mesi e sedici giorni dalla Rowe Stanton di un tempo, da quando la tragedia mi ha rubato la giovinezza e il cuore. Quando sono partita per il college, ho messo mille miglia tra il mio futuro e il mio passato. Ho fatto una scelta: riattraversare il confine, per stare con i vivi. Ma proprio non sapevo da dove cominciare.
E poi ho incontrato Nate Preeter. 
Un giocatore di baseball nella All-America, che non avrebbe dovuto neppure accorgersi di un fantasma come me. Ma l'ha fatto. Non avrebbe dovuto chiedere il mio nome. Ma l'ha fatto. E quando ha scoperto il mio segreto e ha visto le cicatrici che aveva lasciato, sarebbe dovuto scappare. Ma non l'ha fatto.
Il mio cuore era morto, e non sarei mai dovuta appartenere a nessuno. Ma Nate Preeter mi ha fatto ricominciare a provare qualcosa, e mi ha fatto desiderare di essere sua. Mi ha mostrato tutto ciò che mi stavo perdendo. E poi mi ha mostrato come si cade. 
Nate è la sfida che ho sempre voluto, e mi piace più di quanto avessi pensato. Mi piace più di quanto dovrebbe. E a una piccola parte di me tutto ciò sta bene.


Perché al mondo esistono libri come questo? Libri creati proprio con lo scopo di farmi piangere tutte le mie lacrime? E pensare che non avrei dovuto leggere questo libro…
Me ne sono imbattuta quasi per caso, la trama mi aveva attirata come le api col miele e, ovviamente, quando io mi incuriosisco è finita! Devo leggere quel libro per forza.
È così che “Ogni battito del cuore” è finito sul mio iPad. Il libro parla della storia di due ragazzi: Rowe Stanton e Nate Preeter.

Rowe si sta trasferendo in un college lontano da casa, dopo aver trascorso gli ultimi due anni studiando da privatista senza più frequentare nessuna scuola. Sin da subito si capisce che qualcosa di terribile le è accaduto, qualcosa che l’ha fatta rinchiudere in casa, qualcosa che la spaventa e le ha quasi tolto la voglia di vivere.
L’autrice non ci fa aspettare molto prima di scoprire la verità e conoscere la storia di Rowe mi ha emozionata parecchio.
Tutto cambia quando, la prima sera nel nuovo college, dal ritorno dal bagno Rowe incontra Nate, un ragazzo bellissimo e divertente.
Da quel momento lui sembra incredibilmente attratto da Rowe, nonostante lei sembri quasi avere paura di averlo vicino.
Non ti scriverò più. Non perché non ti amo, perché lo farò sempre. Ma perché ti sto lasciando andare. Ti lascio andare, J. Per favore… per favore, lasciami andare anche tu.

Più Rowe e Nate passano del tempo insieme, più le cose tra loro si fanno più profonde e importanti. Rowe riscoprirà di essere in grado di amare di nuovo dopo ciò che le è successo, capirà che Nate è l’unica persona che possiede il suo cuore e comincia a desiderare di essere sua.
Nate, d’altro canto, una volta scoperta la verità sulle cicatrici che Rowe si porta dietro, si sente ancora più legato a lei e la voglia di proteggerla e farla sua diventa sempre più forte.
Ma quando il passato torna a bussare alla porta, come farà Nate a combattere contro un fantasma più grande di lui?

Prima che iniziassi a leggere questo libro, la mia piccola cuginetta (che lo ha letto giusto un paio di giorni prima di me) mi aveva avvertito che mi sarebbe piaciuto da matti, che Nate era un personaggio fantastico ed era impossibile non innamorarsene. Aveva proprio ragione!
La lettura di questo libro mi ha destabilizzata parecchio. Ho da subito amato Nate, nonostante non abbia propriamente apprezzato il suo immediato interesse nei confronti di Rowe. Diciamo che io e l’instalove non andiamo proprio d’accordo!
Nonostante ciò, posso affermare che nel corso del romanzo ho assolutamente adorato i suoi comportamenti verso Rowe e tutte le cose carine che le ha detto mi hanno fatta sciogliere!
Sono orgoglioso di te, per aver sconfitto ciò che la vita ti aveva riservato. Non è stato semplice, e per molti sarebbe stato impossibile. Ma sei una combattente, una meravigliosa, brillante, divertente, acuta, gentile e adorabile lottatrice. E il mondo ha bisogno di te. Quindi grazie per essere ritornata nel mondo.

Rowe, invece, è un personaggio troppo troppo troppo fantastico. Dopo quello che le è accaduto, ha avuto la forza di ricominciare, di rimettersi in gioco e di vivere la sua vita al meglio. Il suo avvicinarsi a Nate è stato il passo decisivo verso la completa guarigione dai suoi demoni del passato che portano un nome e un cognome ben preciso (che però non vi dirò perché dovete leggere assolutamente questo romanzo!)
Arrivata a tre quarti di libro poi è successo l’impensabile: da una lettura tranquilla mi sono trasformata letteralmente in una fontana. Ho cominciato a piangere e non ho smesso finché non ho letto la parola “Ringraziamenti” e, anche allora, più ci pensavo più mi veniva da piangere.
Inutile dire a questo punto che vi consiglio vivamente la lettura di questo romanzo perché è davvero carino e merita un’opportunità! Amerete sicuramente la storia di Rowe e Nate così come l’ho amata io!
Noi però adesso dobbiamo salutarci, perché il mare mi aspetta (anche a me ogni tanto tocca un po’ di vacanza!). Ci vediamo alla prossima recensione! La vostra,




Non ti dirò addio. E non dovresti nemmeno tu. Perché ciò che abbiamo è duraturo, e gli addii lo cancellerebbero solamente. Quindi, al contrario, auguriamoci un buon inizio. L’inizio migliore, i primi amori.


VOTO:

1 commento:

  1. Ciao, innanzitutto complimenti per il blog e per le recensioni; sei veramente brava! Volevo sapere se ti va di passare dal mio blog, ho appena pubblicato il mio primo W.W.W... Wednesday http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/07/www-wednesday.html se ti va diventa anche lettrice fissa, grazie!

    RispondiElimina