lunedì 2 luglio 2018

Recensione in anteprima: Tutte le nuvole del cielo - Angela Contini




Titolo: Tutte le nuvole del cielo
Autore: Angela Contini
Genere: Young Adult
Editore: Newton Compton
Serie: Tutta la pioggia del cielo #1.5
Pagine: 42
Prezzo: 0,49 (ebook)
Data di pubblicazione: 03 Luglio 2018


Estate del 1946. Sofia Mantico, giovane ragazza siciliana, lascia il suo paese per raggiungere l’America con la sua famiglia, portandosi dietro sogni e speranze. Pretty Creek, una deliziosa cittadina del Vermont, è la sua destinazione, dove incontra James, un pugile di belle speranze con un passato turbolento, che combatte clandestinamente per sbarcare il lunario. Sofia rimane subito affascinata dal giovane americano, ma James non sembra ricambiarla, fino a che la ragazza, con la sua spontaneità e solarità, riesce a suscitare in lui un affetto sincero. Gli ostacoli che dovranno superare non saranno pochi. La famiglia di lei non accetta la loro storia e stare insieme sarà più difficile del previsto…


recensione

Ho aspettato questo momento sin da quando ho letto per la primissima volta "Tutta la pioggia del cielo". Impossibile non rimanere affascinati dal romanzo dentro al romanzo, che racconta le vicende di James e Sofia. Ma finalmente Angela ha esaudito le nostre preghiere e ci ha regalato una bellissima novella su questi due personaggi tanto amati!
Sofia è una ragazzina che, insieme la famiglia, lascia la Sicilia per trovare fortuna in America, portandosi dietro solo una valigia di cartone e tanti tanti sogni. La sua famiglia è probabilmente una di quelle famiglie tipiche siciliane con una mentalità arretrata: il padre controlla tutto, la moglie deve occuparsi della casa, le figlie devono obbedire.
Ma Sofia è molto più di questo, ha i suoi sogni, vuole essere diversa, libera, vuole trovare l'amore, vuole viverlo e si sfoga con i suoi disegni.
Lassù, in quel piccolo angolo di paradiso tutto suo, avrebbe letto, disegnato, scarabocchiato sul suo diario  mondi che solo lei avrebbe capito. Avrebbe ballato da sola, immaginando un principe tra le sue braccia. Avrebbe cantato da sola, senza nessuno a dirle che i vicini si sarebbero potuti svegliare dalle pennichella pomeridiana, strimpellando il vecchio piano a muro scordato che lo zio le aveva promesso, anche se non sapeva suonarlo, e che se ne stava in silenzio da troppi anni. Ma più di ogni altra cosa, avrebbe visto tutta la pioggia del cielo. Amava la pioggia, forse più della neve. L'odore che alzava quando si scontrava con la terra. La pioggia era pura. Era buona. Era benedetta, come le lacrime degli angeli.
Da lassù, forse, avrebbe raggiunto più facilmente la luna.

Un giorno, però, il cammino di Sofia si scontra con quello di James, un ragazzo bellissimo che però nasconde un passato tenebroso: figlio di un ladro, da quel momento tutti lo disprezzano e per mantenere dignitosamente la madre partecipa a degli incontri clandestini di pugilato.
Sofia è sempre più affascinata da questo ragazzo, vuole conoscerlo, vuole scoprire cosa si nasconde dietro la sua storia e ogni giorno si affaccia all'oblò della sua stanza per vederlo passare sulla sua bici.
I suoi tentativi di diventare sua amica però non sortiscono nessun effetto se non quello di essere respinta, fino a quando uno spiacevole evento non porta James ad avvicinarsi a lei e quella strana amicizia cambia in qualcosa di più...
Mi voglio fermare qui a raccontare la trama, ma se avete già letto "Tutta la pioggia del cielo" sapete già come va a finire la storia di Sofia e James e cosa succede dopo.
La verità era che, quella ragazza insolitamente sincera, pura come fonte di montagna, con quel sorriso che avrebbe fatto morire di invidia il sole e il manto di capelli neri dentro il quale avrebbe voluto affondare le mani ogni notte, gli piaceva più di quanto volesse ammettere. Ma non c'era futuro per loro.

Inutile dire che ho totalmente amato questa novella perché questi due personaggi, seppur marginali in un romanzo più ampio, mi avevano conquistata e avrei voluto leggere di più su di loro. Adoro il fatto che Angela ci abbia accontentate, ma una volta finita la novella avrei voluto più pagine, tante tante altre.
Sofia e James sono due personaggi che difficilmente si scordano, ti fanno una tenerezza incredibile ed è impossibile non tifare per loro sin dal primo momento! L'unica pecca di questa novella è che non aggiunge tantissimo a quello che già sapevamo di loro, forse avrei voluto un finale più lungo, un qualcosa di più per sapere cosa sarebbe successo ai nostri due protagonisti. Lo ammetto, il finale mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca, ma allo stesso tempo non ho potuto fare a meno di amarlo perché così posso immaginarmi un finale tutto mio, un finale dove tutto è rosa e fiori. So che è contraddittorio e senza senso, forse, ma Angela è un'autrice bravissima e ti suscita dentro tante emozioni, forse troppe.
In conclusione, se avete amato la serie del Vermont, non potete perdervi "Tutte le nuvole del cielo". Sono sicura che anche voi lo amerete così come l'ho amato io! Noi ci vediamo alla prossima recensione. La vostra,



Sofia era arrossita. Aveva avuto un brivido. James era corso in casa, aveva preso una coperta e gliel'aveva messa sulle ginocchia, quando si erano fermati sulle scale del portico. Infine, con sua somma sorpresa, quasi sconvolgendola, come un fulmine a ciel sereno le aveva detto: «Ti bacerò. Un giorno lo farò. Quando tutta la pioggia del cielo toccherà la riva di questo lago. Allora io ti bacerò, per una volta soltanto».
Il cuore di Sofia batteva forte. Aveva posato la testa sulla spalla di lui e James l'aveva lasciata fare. «Aspetterò tutta la pioggia del cielo», aveva detto. E se non fosse arrivata, l'avrebbe disegnata lei stessa nella volta che orma volgeva al tramonto.


VOTO:

2 commenti:

  1. Ti ringrazio infinitamente per questa splendida recensione. ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per questa meraviglia ❤

      Elimina