martedì 11 giugno 2019

Review Party: Loyalty — Megan DeVos



Hello lettori accaniti! Eccoci con un nuovo review party targato Mondadori. Eccoci, infatti, dopo aver letto il secondo libro della saga di #Anarchy. Il romanzo è Loyalty e la storia di Grace e Hayden si infittisce sempre di più in un mondo in cui oramai la violenza è all'ordine del giorno. Insomma, non vi resta che restare con noi e scoprire cosa ne pensiamo!


Titolo: Loyalty 
Autore: Megan DeVos
Genere: Distopico
Editore: Mondadori
Serie: anarchy #2
Pagine: 240 pp 
Prezzo: 9,99 € (ebook) — 17,90 € (cartaceo)
Data di pubblicazione: 11 Giugno 2019


"Malgrado non parlassimo, pensieri e sentimenti inespressi affollavano l'aria. Quella conversazione silenziosa ci avvinceva e al contempo ci tormentava. Sapevo che cosa avrei voluto dire, che cosa avrei voluto chiederle, ma non potevo. Spettava a Grace decidere. Il mio cuore era in attesa, pronto a frantumarsi a una sua parola. 'Resta. Per favore, Grace, resta.'" Quella che sta per compiere Grace è una scelta difficile e crudele. Come altro si può definire l'obbligo a decidere tra la lealtà alla propria famiglia e il giovane amore che ti ha sconvolto la vita, senza il quale ti sembra impossibile anche solo pensare di respirare? Come si può compiere un passo che potrebbe cambiare non solo il futuro tuo e dell'uomo che ami, ma anche delle comunità che vi hanno visto crescere, giunte ormai a un passo dal sanguinoso scontro finale?
Qualunque sarà la scelta di Grace, che decida di assecondare ciò che le suggerisce la testa o preferisca seguire il cuore, questo è certo, non sarà la sola a pagarne le conse­guenze.
Hayden stesso è in procinto di affrontare uno dei momenti più delicati della sua giovane vita. Non solo sta per perdere, forse, l'unica donna che abbia mai amato, ma dovrà guidare i Blackwing nel momento più disperato della loro storia. Riuscirà a mantenere in vita il campo di cui è leader e a proteggerlo dagli attacchi nemici? Ma soprattutto può fidarsi davvero di se stesso ed essere certo che quando sarà chiamato a farlo, compirà la scelta giusta?
In un mondo dove non esistono più regole né pietà, niente può essere dato per scontato.

Copia omaggio fornita gentilmente da Mondadori 
Anarchy's Series:

1. Anarchy (recensione qui!)
2. Loyalty
3. Revolution
4. Annihilation

recensione

Lettori accaniti eccoci al secondo capitolo della saga distopica del momento! Sì, parlo proprio di Loyalty, secondo volume della saga Anarchy di Megan DeVos. La serie, portata in Italia dalla casa editrice Mondadori, è giunta al secondo volume di quattro, infatti la DeVos ha scritto ben quattro volumi che vede come protagonisti Grace e Hayden. Ecco, dunque, che arriviamo alla recensione in anteprima di questa parte della storia che, per fortuna, vede approfondite diverse dinamiche anche se ne ha lasciate in disparte altre che spero verranno toccate nei prossimi libri (sì, perché ne ho davvero una grande necessità!). Prima di commentare questa parte della storia, vorrei fermarmi sulla copertina che ho trovato davvero magnifica! Io credo che, addirittura, sia migliore di quella originale. Insomma, per una volta una copertina italiana mi piace più di quanto potrebbe piacermi quella straniera (si tratta di un miracolo, per favore, avvertite tutti! 


Ed eccoci, dunque, alla vera e propria recensione! Dunque, se avete letto il primo romanzo sapete cosa è successo a Grace e a Hayden. Il libro riprende proprio dal punto in cui è finito: nessun salto temporale, ma siamo nel vivo della scena. Vorrei far presente che la storia tra i due personaggi nel secondo romanzo si evolve e questo per me è davvero importante: se nel primo libro forse la cosa è andata un po' velocemente, nel secondo romanzo il tutto prende una piega temporale più lenta e questo è sicuramente uno dei motivi per cui il romanzo mi è piaciuto. C'è, invece, una cosa che non mi è piaciuta molto: le troppe scene d'amore. Credo che, da una parte, sia normale: si tratta di due ragazzi giovani, ma per l'ambientazione credo che sia stato dato troppo spazio al sesso, mentre avrei voluto più azione. È vero che la storia si sviluppa su quattro romanzi e, perciò, il tempo per sviluppare il tutto c'è, ma avrei gradito qualche cosa in più. Trovo, comunque, che la storia sia stata ben seguita e ben delineata. Ovviamente il mio odio per Barrow non ha fatto altro se non aumentare, mentre ho un amore sconsiderato per Grace, che devo dire, non è una di quelle protagoniste tanto insicure di cui si legge nei romanzi. Avete presente quelle che non si sentono belle e via dicendo? Forse anche perché non c'è il tempo per parlare di queste cose, ma ammetto che Grace è una ragazza tosta, ma anche molto umana: è forse questo suo lato che mi piace di più. Hayden, al contrario, avrei voluto ucciderlo un capitolo sì e un capitolo no perché, insomma, certe sue scelte non le ho proprio comprese. Okay, sei chiaramente preoccupato per Grace, ma rendila partecipe! E, invece, no. Insomma, ma si può mai essere così sciocchi? Eppur, nonostante tutto, i personaggi mi sono piaciuti. Jonah avrei voluto ovviamente strangolarlo, odiato allo stesso modo di Barrow non mi stupirei se continuasse a fare cose stupide come ha fatto fino ad ora. Kit, Dax e Docc sono adorabili, invece: mi piace molto il loro legame con Hayden. Anche il legame tra Docc e Grace mi è piaciuto. 

Ammesso e non concesso che questa seconda parte non doveva finire in questo modo, davvero Megan? DAVVERO?, vorrei solo dire che non vedo l'ora di leggere il terzo libro e, ovviamente anche il quarto. Spero che la Mondadori porti gli altri due volumi in Italia il più presto possibile perché ho necessità di sapere cosa succederà. Cosa spero di trovare nei prossimi volumi? Sicuramente un'interazione più approfondita tra Jonah e Grace, magari quest'ultima potrebbe dargli fuoco, così giusto perché è un cretino, ma anche una vera e propria rivoluzione. Blackwing vs Greystone e, nella mia più fantasiosa richiesta, questi due gruppi contro i bruti. Ogni volta che leggevo la parola bruti mi veniva in mente Il trono di spade, giusto per farvelo sapere. Insomma, nonostante qualche scena che mi ha fatta storcere il naso, il libro mi è piaciuto molto. Ovviamente il mio è sempre un parere personale: a me è piaciuto, ma voi potreste non trovarlo di vostro gradimento e via dicendo! Tuttavia, mi piacerebbe decisamente sapere cosa ne pensate perciò, se vi va, mi piacerebbe commentaste e mi faceste sapere!

Alla prossima, 







Nessun commento:

Posta un commento