venerdì 16 giugno 2017

Recensione: Credimi - Calia Read





Titolo: Credimi
Autore: Calia Read
Editore: Fabbri Editori
Genere: Thriller psicologico
Pagine: 240
Prezzo: 6,99 (ebook)
               16,90 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 26 Aprile 2017







Sono passate settecentoventi ore da quando Naomi è stata ricoverata contro la sua volontà al Fairfax, un istituto psichiatrico. Da trenta giorni si sveglia in un luogo a lei sconosciuto, vede infermiere entrare e uscire in continuazione dalla sua stanza, viene controllata senza sosta. Eppure fino a un mese prima era felice: aveva Lachlan, il fidanzato di una vita, e Lana, la sua migliore amica. E anche Max, affascinante agente di borsa determinato a sedurla a tutti i costi, per il quale provava un'attrazione tanto intensa e travolgente quanto inspiegabile, e a cui non riesce a smettere di pensare. Ma allora perché si trova lì? Come mai nessuno le crede? E perché tutte le persone a cui tiene sembrano averla abbandonata? Tutte tranne Lachlan. Ad aiutarla a rispondere a queste domande sarà la dottoressa Routledge: con lei Naomi, lentamente e con molto sforzo, tra miglioramenti e ricadute, inizierà ad aprirsi, a rimettere insieme i frammenti del suo passato. Ma la verità che verrà a galla potrebbe essere più spiazzante e dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare…



Ultimamente sono in fissa con i thriller psicologici. Credo che ognuno di noi abbia passato almeno una fase nella sua vita in cui legge sempre e solo un genere letterario. Ecco, questo è la mia situazione per il momento. E questo libro, “Credimi”, è stato la ciliegina sulla torta.

Naomi, la nostra protagonista, si trova rinchiusa in un istituto psichiatrico, Fairfax. Ma lei sa benissimo che hanno commesso un errore; si sono sbagliati, lei non è malata. Perché nessuno le crede? Deve riuscire ad uscire da lì per aiutare la sua amica Lana a scappare da una minaccia ben più grande. Ma allora perché quando parla di lei nessuno le crede? Perché tutti sembrano essere accondiscendenti con lei? E, soprattutto, perché continua a vedere il padre di Lana prima di andare a dormire?


Tutte queste domande troveranno risposta nel libro e, vi giuro, che vi scioccheranno. Tutta la storia si gioca sulla lucidità mentale di Naomi. E tutte le vicende sono narrate in prima persona da lei anche tramite flashbacks. Si, perché se si trova al Fairfax è perché il passato le ha riservato degli avvenimenti spiacevoli che sembra non abbia mai raccontato a nessuno. E così, pezzo per pezzo, tutti i pezzi del puzzle si rivelano e si uniranno alla fine del racconto anche con un bel colpo di scena.

Se siete avvezzi a questo genere di romanzi, arrivati a metà del libro un sospetto potreste anche averlo come è venuto a me. Ed effettivamente l’ipotesi che avevo fatto si è rivelata corretta alla fine. Ma ciò non toglie che il libro è davvero mozzafiato. Il modo in cui l’autrice descrive gli episodi, anche la scrittura serrata fanno si che il lettore non voglia mai staccarsi dal libro. Ed è stato effettivamente così! “Credimi” è uno di quei romanzi che al termine di ogni capitolo lasciano più domande che risposte; è uno di quei romanzi che si divorano in una notte.

Ho apprezzato tutto di questo romanzo: da Naomi a Lachlan alla dottoressa Ruthledge. Ogni personaggio è caratterizzato nel migliore dei modi anche se la storia è narrata in prima persona. In particolar modo, ho amato il personaggio di Lachlan. L’ho trovato sincero e limpido; quasi caratteristiche anomale per i personaggi soliti. 

Di Naomi, invece, ho apprezzato la forza e il coraggio che nonostante tutto ha dimostrato di avere. E’ sola e combatte contro tutti pur di far capire che quello che dice è la verità. 


Mi è anche piaciuto molto il fatto che l’autrice non abbia esagerato nelle scene in cui Naomi ha le allucinazioni. Generalmente, si esagera sempre in chi ha disturbi psichiatrici e si descrivono situazioni che nemmeno in L’esorcista! E, invece, tutto qui è descritto in maniera realistica e pesata; come se l’autrice stessa fosse consapevole del tema delicato che sta trattando.
Quindi, come avrete capito, ve lo consiglio assolutamente. Se state cercando un libro che vi appassioni e che vi lasci con il fiato sospeso, questo è il romanzo che fa per voi. E, a mio parere, questo potrebbe anche essere il modo per avvicinarvi, magari, ad un genere che non leggete spesso. Quindi, buona lettura e fatemi sapere che ne pensate! 


VOTO:
1/2
Baci Stellari,


5 commenti:

  1. Bellissima recensione, Francesca! Spero di poterlo leggere presto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Chiara!
      Fammi sapere che ne pensi <3

      Elimina
  2. Ciao Francesca :)
    Hai scritto proprio una bella recensione :)
    Mi piace sapere che i personaggi del libro siano molto caratterizzati, è una cosa che apprezzo molto e che mi fa sempre dare un punto in più alla lettura.
    Ho bisogno di leggere un thriller psicologico e credo che questo faccia proprio al caso mio :)

    PS: mi sono iscritta con piacere ai lettori fissi del blog ed ho prelevato il banner :)


    Baci
    Eleonora C
    LA BIBLIOTECA DELLA ELE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eleonora! Mi fa davvero piacere che la mia recensione di sia piaciuta. E devo dire che mi trovo d'accordo con te sui personaggi. Se cerchi un thriller psicologico questo è il romanzo che fa per te, certamente! Ma ti consiglio anche "La migliore amica" di Claire Douglas che ho letto recentemente. E' ricco di colpi di scena!
      Grazie per esserti iscritta :)

      A presto,
      baci stellari <3

      Elimina
  3. Oh mio Dio adesso sono curiosa questo libro lo devo prendere mi ha incuriosito un sacco grazie per avermelo fatto conoscere

    RispondiElimina