venerdì 26 maggio 2017

Recensione: The Midnight Sea - Kat Ross







Titolo: The Midnight Sea
Autore: Kat Ross
Casa editrice: Dunwich Edizioni
Genere: Fantasy
Serie: The Midnight Sea

Prezzo
€ 3.99  (e-book)
             € 14,90 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 15 Maggio 2017







Sono la luce contro l’oscurità.
L’acciaio contro la negromanzia dei Druj.
E usano demoni per cacciare altri demoni…

Nazafareen vive per la vendetta. È una ragazza dell’isolato clan Four-Legs e tutto ciò che sa dei Water Dog del Re è che legano a sé delle creature malvagie chiamate daeva per proteggere l’impero dai non-morti. Ma quando arrivano degli esploratori per reclutare persone con il dono, afferra al volo l’opportunità di unirsi alle loro file per dare la caccia ai mostri che le hanno ucciso la sorella.
Segnata dal dolore, è disposta a pagare ogni prezzo, anche se significa legarsi a un daeva chiamato Darius. Umano solo nell’aspetto, possiede un potere terrificante, controllato da Nazafareen. Ma i bracciali d’oro che li uniscono hanno un indesiderato effetto collaterale. Ciascuno prova le emozioni dell’altro, e l’umana e il daeva cominciano a diventare pericolosamente intimi.
Mentre inseguono un nemico mortale lungo l’arida Great Salt Plain fino alla scintillante capitale Persepolae, dissotterrando i segreti del passato di Darius, Nazafareen è costretta a mettere in dubbio la schiavitù dei daeva e la sua stessa lealtà nei confronti dell’impero. Ma con un male antico che si agita al nord e un giovane conquistatore che controlla l’ovest, il destino dell’intera civiltà potrebbe essere in pericolo…



Buongiorno, buonasera e buonanotte cari lettori! Questa lettura, suggeritami da Giulia, mi ha davvero provata e non perché sia stata orribile, tutto il contrario. 
Come potete capire dal titolo stesso, ‘Libro primo’ mi ha fatta andare in paranoia. Avrei voluto non leggerlo perché ora premo per avere un seguito. Ne ho bisogno fisico e no, non sto scherzando.
Vorrei iniziare dicendo che ho amato la copertina, è la prima cosa che mi ha catturata di questo romanzo, dico sul serio. Non è bellissima? Imponente, maestosa, quei colori tanto in contrasto da renderla stupenda. Di certo chi se ne è occupato ha fatto un lavoro meraviglioso. 
Temo mi sarà difficile fare una recensione, ci sono veramente molte cose da dire, ma non voglio farvi spoiler perché questo libro dovete leggerlo e sì, è un ordine gente! Questo per dirvi di prepararvi ai miei scleri perché ci saranno, eccome. 
Siamo la luce contro l'oscurità. Non dimenticarlo mai, Nazafareen.
Vorrei iniziare parlando dei nomi utilizzati all'interno del romanzo: mi piacciono tutti. Sono bellissimi e musicali, rendono non solo a livello linguistico e di suono, ma mi hanno aiutata anche a percepire meglio il personaggio. 
Ho adorato questo particolare perché vuol dire che i nomi sono stati scelti con molta cura e mi ha fatto oltremodo piacere. 
Questo romanzo, inoltre, è un romanzo fantasy, in tutto e per tutto. Non è un urban fantasy o un paranormale: no. È un fantasy puro, un genere che si vede sempre più raramente ormai e non posso fare a meno di essere felice di essere riuscita a leggerlo perché è un fantasy degno di questo nome. 
Le razze descritte al suo interno sono meravigliose e non affatto scontate: grazie Kat Ross per aver creato questo mondo meraviglioso e brutale. 

Un altro elemento che mi ha colpito è il fatto che la scrittrice abbia fatto fare un vero percorso di crescita al personaggio principale femminile. Si parte che è una bambina e si arriva praticamente alla sua età adulta. Il rapporto che si crea con gli altri personaggi è lento e non avventato, viene descritta ogni svolta e niente è lasciato al caso.
Ammetto che ho amato anche lo stile della scrittrice. Non è stato affatto pomposo, ma molto descrittivo e ciò può aver rallentato la lettura, ma di certo ha fatto sì che io capissi meglio ogni situazione che si andava a creare mentre la storia procedeva. 
Se sperate di non soffrire, questo non è un romanzo adatto a voi. Vorrei dirvi che è tutto rose e fiori, ma è un fantasy, è brutale ed elaborato ed è una vera tortura: quanto ho amato leggerlo! Okay, forse non dovrebbe essere proprio così, ma ho amato ogni singola parola di questo libro ed essendo una saga sto odiando questa scrittrice, veramente tanto, forse troppo: DOVE STA IL SEGUITO? LO ESIGO SUBITO! 
Balthazar sollevò il Purificato tra le braccia e considerò l'idea di farlo cadere oltre il bordo della pozza.
L'epilogo mi ha straziata. Veramente, cosa pensate di fare a me? Uccidermi? No perché è ciò che mi è successo. Io non posso vivere a questa maniera, come diamine osate. 
Ho passato momenti di puro terrore per tutto il libro e poi...e poi nemmeno un bel finale che mi faccia stare tranquilla? Non mi aspettavo di meglio, lo ammetto, ma insomma io non posso veramente vivere senza sapere come va a finire tutta la vicenda. Ora rotolerò nel dolore per sempre o, almeno, fino a quando non riuscirò a trovare pace (Quindi mai?). 
Insomma, questo romanzo mi è piaciuto tantissimo. I personaggi sono costruiti divinamente, l'ambientazione è così ben descritta che sembra di precipitare in mezzo alle vicende, la trama è pazzesca, una serie di colpi di scena meravigliosamente orchestrati. Il libro è assolutamente consigliato, non c'è altro da dire!
Alla prossima, 




VOTO:

Nessun commento:

Posta un commento